COVID-19 un anno dopo: risorse per approfondire

È passato poco più di un anno da quel giorno, il 21 febbraio, in cui Codogno si trasformò in poche ore in una città fantasma: i cittadini erano stati invitati a restare in casa e gli studenti a tornare nelle loro abitazioni. La sera prima Matteo, 38 anni, entrato in ospedale per una leggera polmonite resistente a ogni terapia, diventava il “paziente 1”. Un nuovo ceppo di coronavirus, mai stato precedentemente identificato nell’uomo, il SARS-CoV-2 , lo aveva attaccato. Da qui “[…] inizia una pagina che sui libri di storia rimarrà per sempre” (da “Zona rossa” di Gabriele Moroni).

A un anno esatto dalla notizia del primo caso di Covid-19 in Lombardia, mentre siamo chiamati a prevenire una terza ondata, possiamo ricostruire (e riflettere su) quel che è successo in Italia e nel mondo.

Su Biblioclick abbiamo continuato ad aggiornare questo percorso di lettura, che dall’inizio del lockdown dello scorso marzo raccoglie il racconto della pandemia, con le riflessioni, le analisi e le previsioni di scrittori e scienziati > https://bit.ly/3aJsGJr

Una selezione di ebook è disponibile anche su MLOL > https://bit.ly/3kkWAXD

Nell’edicola digitale è inoltre consultabile l’inserto che “la Repubblica” dedica oggi all’anniversario, “Covid un anno dopo” > http://bit.ly/2T4IvhV

Inserto allegato a “Repubblica” di domenica 21 febbraio 2021

Molti registi hanno sentito l’esigenza di documentare il periodo sospeso che abbiamo vissuto e continuiamo a vivere:

  • La prima onda: Milano al tempo del Covid-19
    Film collettivo che ha coinvolto 57 registi e quasi un centinaio di professionisti del cinema per raccontare i mesi straordinari del primo lockdown in città. 
  • Ali dorate – documentario a cura di Massimo Finazzer Flory
    In una Milano deserta e silenziosa, ripresa dall’alto da un drone che cattura la sua bellezza, anche le statue hanno qualcosa da dire sulla situazione di emergenza del primo lockdown.
  • Molecole / Andrea Segre
    Il regista immortala una Venezia deserta in cui emerge il ricordo di suo padre. 
  • Fuori era primavera – film collettivo di Gabriele Salvatores.
    Intimo racconto degli italiani in lockdown: dalle meravigliose piazze italiane vuote, agli eroi in prima linea nelle corsie degli ospedali, ai balconi in festa, alle riprese domestiche.
  • Homemade
    Una collezione di corti creati da celebrati filmmaker provenienti da ogni parte del mondo. Confinati a casa per la pandemia causata dal Coronavirus, questi filmmaker raccontano storie personali e commoventi che catturano la nostra esperienza collettiva della vita in quarantena. C’è anche Sorrentino!

Dai un voto a questo articolo
[Totale: 1 Percentuale: 5]

Se vuoi lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.